Italia (1919-1939)
MEDAGLIA IN ARGENTO "BENEMERENTI" 1929 CON CON L'EFFIGE DI PIO XI E OPUSCOLO ORIGINALE DELL'ENCICLICA CONTRO IL COMUNISMO
Prezzo: Euro 120,00 - cod. nr. 24442
In order to translate from Italian, please, choose your preferred language from the Google Translator Menu at the bottom.
Pio XI mentre legge un messaggio alla radio nel 1932

Non si ha certezza delle motivazioni che stavano alla base della concessione di queste medaglie "Benemerenti" da parte dei diversi Pontefici. Se ne conoscono infatti con le effigi di Leone XIII, Benendetto XV, Pio XII, Paolo VI e Giovanni XXIII.
In alcuni casi erano emesse dopo il conclave che aveva eletto il papa o in occasione di un Anno Santo.


Questa medaglia premio è stata coniata in argento (e anche in bronzo) con fondo opaco dallo Stabilimento Lorioli & Castelli di Milano ed emessa nel 1929.
Era destinata a coloro che contribuirono all'organizzazione delle celebrazioni per il Giubileo Sacerdotale di Pio XI. Disegnata da Egidio Boninsegna, è punzonata sul fronte con il monogramma "FMLC" (Lorioli e Castelli) e il logo dell'autore. Sul retro è punzonata "800". Misura 32 mm ed è' montata con il nastro originale con bande rosse e blu.


La medaglia è accompagnata da una copia origianle d'epoca della Grande Enciclica "Divini Remptoris" con la quale Pio XI, il 19 marzo 1937, denunciava gli errori del comunismo, che «spoglia l'uomo della sua libertà, [...] toglie ogni dignità alla persona umana e ogni ritegno morale contro l'assalto degli stimoli ciechi», indicandolo come «intrinsecamente perverso», nel quale si cela una «falsa» idea di redenzione.


Pio XI (conosciuto come papa Ratti), al secolo Achille Ambrogio Damiano Ratti era nato a Desio il 32 maggio 1857.
Achille Ratti fu eletto papa il 6 febbraio 1922 alla quattordicesima votazione di un conclave contrastato. Gli elettori erano in effetti divisi in due fazioni: da un lato i "conservatori", che puntavano sul cardinale Merry del Val (ex Segretario di Stato sotto papa Pio X), dall'altro i "liberali", riuniti nella preferenza per il Segretario di Stato uscente, cardinale Pietro Gasparri. La convergenza sul nome del cardinale lombardo risultò dunque frutto di un compromesso.


Pio XI normalizzò i rapporti con lo Stato italiano grazie ai Patti Lateranensi (Trattato e Concordato) dell'11 febbraio 1929, che ponevano fine alla cosiddetta "Questione Romana" e facevano tornare regolari i rapporti fra l'Italia e la Santa Sede.
Il 7 giugno, a mezzogiorno, nasceva il nuovo Stato della Città del Vaticano, di cui il Sommo Pontefice era sovrano assoluto. Nello stesso periodo furono creati diversi Concordati con varie Nazioni europee. E' morto il 10 febbraio 1939. 

 

 2-4-2020