Altri Paesi
DISTINTIVO D'ONORE PER LA FANTERIA BULGARA DI I CLASSE DEL REGNO DI BORIS III DURANTE LA SECONDA GUERRA MONDIALE
Prezzo: Euro 200,00 - cod. nr. 20266

Raro “Distintivo d’Onore” della fanteria del Regno di Bulgaria concesso su decreto dell’Ispettore Generale della Fanteria. Ne potevano essere insigniti anche militari stranieri ma, in pratica, ne assegnati assegnati solo a militari tedeschi della Wehrmacht e delle Waffen SS per le attività anti-partigiani svolte congiuntamente nei Balcani.


Il distintivo è stato realizzato in metallo argentato e smalti policromi. Misura 55 x 40 mm  ed ha forma ovale con al centro in rilievo il profilo di un soldato bulgaro con l'elmetto circondato da una corona di foglie di quercia. Sul vertice superiore è presente uno scudetto smaltato con i colori del Regno di Bulgaria e l'iniziale di Re Boris. Quello inferiore ospita invece una miniatura dell'Ordine Militare per coraggio in guerra con spade si 3°Classe. Entrambi hanno gli smalti perfetti.


Il distintivo è completato sul retro da un perno centrale filettato sul quale si avvita una una borchia ovale  a sua volta tenuta bloccata da una borchia rotonda più piccola. Sulla borchia più grande è impresso il marchio del fabbricante: MILOSHEV, VESLEC STR." in caratteri cirillici.
Questo particolare meccanismo di chiusura, tipico di molti distintivi austriaci, consentiva una perfetta aderenza del distintivo alla stoffa pesante dell'uniforme.
E' ancora applicato al suo supporto originale in cartone ricoperto di panno blu.


La Bulgaria, pur aderendo all’Asse, aveva dichiarato guerra solamente alla Gran Bretagna ed agli Stati Uniti, non all’Unione Sovietica, verso la quale la popolazione nutriva sentimenti di manifesta amicizia.
Per questo motivo il Regno di Bulgaria non aveva preso parte alla cosiddetta “Crociata contro il Bolscevismo” sul fronte russo; l’appoggio dato all’Asse nella campagna contro la Jugoslavia e la Grecia e la concessione di basi aeree aveva tuttavia fruttato alla Bulgaria quella Macedonia persa dopo la Prima Guerra Mondiale, alla quale il Regno aveva preso parte a fianco degli Imperi Centrali e dove divenne attiva la resistenza anti-tedesca. Nel 1944, quando l’Armata Rossa si avvicinava sempre più pericolosamente ai suoi confini, la Bulgaria, il 26 agosto, decideva di ritirarsi ufficialmente dal conflitto ordinando contestualmente ai tedeschi di ritirarsi dal suo territorio e anzi successivamente attaccandoli divenendo quindi, de facto, cobelligerante dei sovietici per la liberazione dei Balcani.
Tutto questo non ha ovviamente permesso alla monarchia bulgara di salvarsi al termine della guerra essendo subentrata l’instaurazione delle Repubblica Popolare e così chi era stato insignito di decorazioni, tanto più se al valore, dal Regno bulgaro se ne disfaceva immediatamente per evitare ritorsioni, ciò che rende quindi molto raro questo esemplare. Il distintivo è riportato a pag. 83 del IV volume di David Littlejohn “Foreign Legions of the Third Reich”.

 
 

 6-4-2018