Italia (1919-1939)
CROCE DI CAVALIERE UFFICIALE DELL'ORDINE DELLA CORONA D'ITALIA PERIODO VITTORIO EMANUELE III COMPLETA DI MIGNON E COFANETTO DI PRESENTAZIONE
Prezzo: Euro 150,00 (decorazione + scatola ) - cod. nr. 23786
Croce da Cavaliere Ufficiale e mignon con rosetta
Bellissimo esemplare della "Croce di Cavaliere Ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia" completo di mignon, bottone da giacca e cofanetto di presentazione in similpelle rossa.
Dalla qualità degli smalti e dalla cura dei particolari costruttivi della decorazione, come del cofanetto, è certo che la stessa si riferisce al periodo del regno di Vittorio Emanuele III, il cui monogramma dorato fa bella vista sul coperchio.
Il cofanetto è in condizioni eccezionali di conservazione. Il rivestimento interno in velluto marrone e seta rossa si è conservato intatto così come tutte le parti della decorazione.

L’Ordine della Corona d’Italia fu istituito con Decreto Reale dal Re Vittorio Emanuele II il 20.2.1868 dopo la cessione del Veneto all’Italia da parte dell’Austria e il ritorno nella Cattedrale di Monza della Corona di Ferro con la quale furono incoronati tutti gli imperatori da Carlo Magno a Napoleone, come simbolo di potere sulla nostra penisola.
Questo ordine era destinato a remunerare le benemerenze verso gli interessi della nazione da parte di italiani o stranieri. Gran Maestro dell’Ordine era il Re ed i successori al trono d’Italia.
L’ordine era diviso in cinque classi: cavalieri di gran croce, grand’ufficiali, commendatori, cavalieri ufficiali, cavalieri.
La decorazione dell'Ordine era una croce patente d'oro ritondata, smaltata di bianco, orlata d'oro, accantonata da quattro nodi di Savoia o nodi d'amore, caricata in cuore da uno scudetto circolare smaltato d'azzurro con la corona ferrea in oro e nel retro, sempre su eguale scudetto circolare smaltato d'oro, l'aquila antica di Savoia , di nero, con le ali spiegate, coronata, con il cuore lo scudetto di Savoia, di rosso alla croce d'argento.
La croce pendeva da un nastro rosso, tramezzato da una doga bianca.  
 

 15-5-2019