Austria fino al 1918
PIASTRINO AUSTRIACO 1915 CON  CARTONCINO INTERNO DI UN "FAEHNRICH" (ALLIEVO UFFICIALE) DELL'INFANTERIE REGIMENT 46
Prezzo: Euro 150,00 - cod. nr. 19610
In order to translate from Italian, please, choose your preferred language from the Google Translator Menu at the bottom.
Il Colonnello comandante dell'Infanterie Regiment.76 in uniforme da parata
Bellissimo esemplare di piastrino diriconoscimento (Legitimationskapsel) dell'esercito imperiale austriaco ( k.u.k Armee ) appartenuto al Faehnrich (Allievo ufficiale ) Georg Orosz, di religione cattolica, nato a Karansebes (Ungheria) nel 1894 e residente a Lippa (nome ungherese di Lipova, oggi città del distretto di Arad,Romania) nel distretto di Temes. Era stato rruolato nell'Infanterie Regiment 46 nel 1915.
Karansebes era, ed è tuttora, un insignificante paesino situato nella parte rumena del Banato, regione storica dell’Europa centrale, situato vicino al fiume Temes e circondato dalle montagne. E' famosa per la "Battaglia di Karansebes", svoltasi il 17 settembre 1778 tra le truppe dello stesso Arciducato d'Austria che per una serie di errori si annientarono a vicenda spianando la strada ai turchi, arrivati sul posto due giorni dopo.
Il piastrino in ottone è completo del suo cordino originale e contiene gli appositi cartoncini compilati con tutti i dati anagrafici del Faehnrich Georg Orosz, le vaccinazioni eseguite, l'indirizzo della moglie da avvertire in caso di morte e l'indicazione della religione cattolica seguita.
L'obbligo per i soldati austro-ungarici di portare un documento d'identificazione fu prescritto  nel dicembre 1876; questo fu denominato "Legitimationsblatt" (foglio di legittimazione).Si trattava di un foglietto di carta di 45x95 mm. circa, stampato su un unico lato, sul quale erano riportate le informazioni del soldato ( nell'ordine, sulla parte sinistra: reparto di appartenenza, grado, cognome, nome, religione, anno di reclutamento e numero di matricola; sulla parte destra: i dati di nazionalità, municipio, distretto, regione e, infine, l'anno di nascita. In alcuni casi veniva aggiunto un secondo foglietto delle stesse dimensioni che riportava le vaccinazioni sostenute ed altre notizie personali.
Per regolamento doveva essere conservato in un guscio d'ottone (Legitimationskapsel), delle dimensioni di 58x33 mm. circa, da ripoprre entro un apposito taschino ricavato nella tasca destra dei pantaloni. Per maggior sicurezza il guscio era provvisto di un piccolo anello metallico destinato al passaggio di un cordino da assicurare all'asola del bottone della stessa tasca.

Allo scoppio dela guerra nel 1914, il reggimento di Georg Orosz, formato da 4 baon (battaglioni), faceva parte della "17. Infanterietruppen Division" del Generalleutnant Arnold von Bauer, sostituito dal Generalleutnant Theodor Stengel dal 14 ottobre 1914. L'Infanterie Regiment Nr.46 (Freiherr von Fejervary) aveva comando e distretto di reclutamento a Szeged in Ungheria ed era sotto il comando dell'Oberst Otto Sertic. La composizione etnica della truppa era ungherese per il 79% e di altre nazionalità dell'Impero per il 21%.
Il I,II e IV battaglione erano stati assegnati alla 34.Infanterie Brigade ed inviati in Vojvodina contro la Serbia e poi spostati in prima linea contro la Russia in Galizia. Il III battaglione era stato invece assegnato alla 3.Gebirgsbrigade, subordinata alla VI.Armee, ed inviato in Bosnia Erzegovina contro la Serbia.
Questo piastrino è  un oggetto di grande fascino e interesse storico collezionistico.

(Notizie collezionistiche ricavate dal volume "Il Piastrino di Riconoscimento" scritto e pubblicato nel 2018 da Riccardo Ravizza)
 
   

8-1-2018