Italia (1919-1939)
RARISSIMO FEZ COLBACCO DA CENTURIONE DELLA MILIZIA POSTELEGRAFONICA REALIZZATO DALLA SARTORIA "PRESCIUTTI" DI ROMA
Prezzo: Euro 1600,00 - cod. nr. 24610
In order to translate from Italian, please, choose your preferred language from the Google Translator Menu at the bottom.
Il marchio della famosa sartoria "S.V. Presciutti - Via Leccosa 4" di Roma, leggermente sbiadito ma ancora visibilissimo
Il particolare del doppio cordone di Presciutto che sul retro prosegue senza formare un nodo, come nella maggior parte dei fez di altri fabbricanti. Da notare la finezza dei fili di seta che compongono il fiocco.

Questo bellissimo "fez colbacco" originale  per Centurione della Milizia Volontaria di Sicurezza Nazionale, è sicuramente uno dei copricapi più rari in assoluto tra tutti quelli appartenuti agli ufficiali della Milizia.


La sua eccezionale rarità sotto il profilo collezionistico è data in primo luogo dal fatto di portare il fregio da ufficiale della Milizia Postelegrafonica, quindi in assoluto tra i meno numerosi della M.V.S.N.
A questo si aggiunga che il fez, , di taglia media , in eccezionali condizioni di conservazione, ha l'interno del cupolino rivestito di raso di seta bianco con il marchio della famosa sartoria "S.V. Presciutti" di Roma che produceva tutti gli accessori in stoffa per le divise  dei Moschettieri del Duce. Due caratteristiche che ne fanno un vero oggetto del desiderio per qualsiasi collezionista di copricapi della M.V.S.N.


La Milizia Postelegrafonica fu istituita il 16 luglio 1925 con compiti di sorveglianza nell'ambito dei servizi postali e telegrafici dai quali reclutava il suo personale che, per regolamento, non poteva superare il totale di 607 elementi.
Nel 1930 contava, infatti, 579 uomini, di cui 89 ufficiali (solo 36 dei quali in servizio permanente).
Durante la sua attività, la Milizia Postelegrafonica fu composta da un Comando di Gruppo, con sede a Roma, e 27 Riparti. E' quindi presumibile che questo fez sia appartenuto ad uno i questi 89 ufficiali e più precisamente ad un Centurione del 15° Riparto di Cagliari, come indica il numero romano nel tondino.


La Milizia Postelegrafonica era alla dipendenza del Comando Generale della MVSN, per l'impiego tecnico del Ministero delle Telecomunicazioni. Svolgeva la sua attività nell'ambito dei servizi postali, telegrafici e telefonici a tutela degli interessi dell'erario e per concorrere ai servizi di Polizia e sicurezza. Infatti gli ufficiali assumevano la qualità di ufficiali di polizia giudiziaria, i capisquadra e i militi, quella di agenti di polizia giudiziaria.
A differenza delle altre specialità della MVSN, non era formata in Legioni ma soltanto in Riparti, costituiti in 27 città, ciascuno con una propria denominazione. Dopo il 1940 i riparti aumentarono a 32 e la sua forza complessiva raggiunse i 1500 uomini.


Il fez è quello descritto dal Regolamento del 1935, che prevedeva l'uso del fez di feltro peloso nero (a pelo raso) di forma rigida, bombato, con leggera incurvatura in senso longitudinale al centro del cupolino.
Un risvolto alto circa 9 centimetri, dello stesso feltro nero, ricopre tutta la parte cilindrica del fez; il risvolto è bordato con una trina di seta nera opaca cordonata a bastoncini, alta 12 mm. Il fez porta, fissato nella parte anteriore incurvata del cupolino, un fiocco di seta nera, costiutito da fili lunghi circa 20 cm., che scende sul risvolto davanti e tanto da lasciare visibile il fregio, alla moda di quelli del 1931. Adorna il fez un cordone binario di seta di colore nero, fissato nell'incurvatura del cupolino che scende ad arco sul lato destro del fez, intrecciato a metà con un nodo Savoia.


Il fregio sul fez, illustrato nelle foto, è quello istituito nel 1935 e costituito da un fascio di verghe, sormontato da una corona reale dorata, che ha la scure d'argento sul lato destro del fascio, terminante con una testa di leone. Il fascio littorio è circondato da rami d'alloro in ricamo di canottiglia dorata. Sulla parte inferiore del fascio è sovrapposto un tondino in rilievo, contenuto da un bordino ricamato in oro, sovrastante un corno postale dorato. Da ogni lato del corno postale si dipartono tre saette dorate. Sulla parte inferiore del fascio è sovrapposto un tondino in rilievo, del diametro di circa 20 mm, contenuto da un bordino ricamato in oro con il numero 15 ad indicare l'appartenenza dell'ufficiale al 15° Riparto di Cagliari.  Il distintivo di grado, posto sul lato sinistro del copricapo, è ancora quello di primo tipo, costituito da un triplo gallone dorato a "V" rovesciata. 


Il fez è in eccezionali condizioni di conservazione con l'interno del cupolino rivestito di raso di seta bianca con stampato al centro il marchio del famoso fabbricante "S.V. Presciutti - Via Leccosa 4" di Roma. Ha la fascia para sudore in pelle marrone chiaro cucita a zig zag al bordo inferiore.
La taglia non è visibile perchè, probabilmente, è andato perduto il bollino che veniva applicato sotto il fiocchetto, ma può essere indicata in "Medio piccola", quindi particolarmente gradita ai collezionisti. 
Questo esemplare è in condizioni splendide, e tutti i suoi accesori sono , senza ombra di dubbio, originali, coevi e correttamente posizionati sul fez. Sarà accompagnato da un Certficato di Autenticità rilasciato da MyMilitaria e valevole senza limitazioni di tempo, anche nei confronti di eventuali terzi futuri acquirenti.

 

 

21-6-2020