Italia (R.S.I.)
BELLISSIMO E RARO MANIFESTO "...I LEONI DI SAN MARCO..." DELLA RSI ORIGINALE D'EPOCA TELATO
Prezzo: Euro 700,00 - cod. nr. 24983
In order to translate from Italian, please, choose your preferred language from the Google Translator Menu at the bottom.
In alto a destra è visibile la traccia di uno strappo che è stato ricomposto durante la telatura.
Questo bellissimo manifesto è stato stampato nell'ottobre del 1944 in offset dalla Casa Editrice E.P.I. per conto del Nucleo Propaganda della Repubblica Sociale Italiana, in 30.000 copie.
L'illustratore, purtroppo sconosciuto, ha raffigurato un marò del battaglione d'assalto San Marco della R.S.I,. che regge sulla spalla destra la bandiera della Repubblica di Venezia; sullo sfondo, la statua di Bartolomeo Colleoni. In alto la frase "...i leoni di San Marco infrangeranno le catene della schiavitù di Roma...".
Il manifesto misura cm. 99.8 x 68,8 ed è stato telato così da conservarlo, praticamente indistruttibile, per il futuro. La telatura è un processo che ha lo scopo di proteggere e rendere più maneggevoli i poster più preziosi e delicati. Con una colla a composizione naturale - approvata dai musei - il poster è incollato su un supporto di tela di lino bianca.
Il processo è reversibile. E' quindi possibile, qualora si volesse, riportare il poster al suo stato originale.
In basso a sinistra è visibile la sigla "NP" che significa "Nucleo Propaganda".   Vicino sono ancora visibili le tracce di un timbro apposto probabilmente dall'uffico o comune che aveva avuto l'incarico di diffonderlo e affiggerlo.
La riorganizzazione dello stato nella nuova repubblica fascista sul finire del 1943, forniva i canali indispensabili per la diffusione capillare e tempestiva in tutte le città e province della grande mole di materiale eterogeneo di propaganda edito dal Ministero e dalla "Propaganda Staffel" tedesca sotto forma di manifesti murali, volantini, opuscoli, cartellini, cartoline, calendari, libri, giornali, ripiegati, numeri unici e persino giochi, mobilitando grafici, illustratori, compositori e addetti stampa. .
Il Minculpop (Ministero della Cultura Popolare) della R.S.I., guidato da Mezzasoma, gestiva ideazione e produzione dei messaggi propagandistici attraverso il Nucleo Propaganda, diretto da Giorgio Almirante in qualità di Capo di Gabinetto del Ministro, che scelse di concentrare gli sforzi su manifesti e volantini mobilitando grafici, illustratori, compositori e addetti stampa.
 
 
   

4-11-2020