Italia (R.S.I.)
RARO MANIFESTINO DI PROPAGANDA RSI "BATTAGLIONE D'ASSALTO SAN MARCO"
Prezzo: Euro 350,00 - cod. nr. 25087
La foto è leggermente sfocata perchè scattata dopo aver srotolato il manifestino dopo tanto tempo
Il timbro del Municipio di Ostiglia e la firma del Segretario Comunale apposti sul retro del manifestino
Manifestino originale stampato a cura del Nucleo Propaganda (N.P.) della Repubblica Sociale Italiana, in perfette condizioni di conservazione. Particolarmente adatto, viste le dimensioni, ad essere incorniciato.
Il manifestino, che misura 32 x 48 cm., raffigura alcuni marò del Battaglione d'assalto San Marco schierati nell'atto di cantarne probabilmente l'inno repubblicano.
Particolarmente definiti i particolari delle uniformi ed in particolar modo del nuovo pugnale d'assalto alla cintura appena ricevuto in dotazione. Infatti, tra la fine del 1938 e l'anno successivo, molti esemplari di questo nuovo pugnale da combattimento vennero distribuiti a unità di assaltatori del Regio Esercito e ai Battaglioni M della Milizia; in seguito ai paracadutisti e al Battaglione San Marco della Regia Marina.

 Il poster fa parte di una serie composta da diversi soggetti analoghi prodotta nel 1944 a cura del Ministero della Cultura Popolare della RSI e distribuiti ai comuni del territorio della Repubblica. In questo caso il manifesto era stato inviato al Municipio di Ostiglia (Mantova) dove il Segretario Comunale, aveva apposto sul retro timbro e firma.
Il Minculpop (Ministero della Cultura Popolare) della R.S.I., guidato da Mezzasoma, gestiva l'ideazione e produzione dei messaggi propagandistici attraverso il Nucleo Propaganda, diretto da Giorgio Almirante in qualità di Capo di Gabinetto del Ministro, e appositamente creato per lo svolgimento e la direzione sul fronte della "guerra psicologica", che scelse di concentrare gli sforzi su manifesti e volantini mobilitando grafici, illustratori, compositori e addetti stampa. La riorganizzazione dello stato nella nuova repubblica fascista sul finire del 1943, forniva i canali indispensabili per la diffusione capillare e tempestiva in tutte le città e province della grande mole di materiale eterogeneo di propaganda edito dal Ministero e dalla "Propaganda Staffel" tedesca sotto forma di manifesti murali, volantini, opuscoli, cartellini, cartoline, calendari, libri, giornali, ripiegati, numeri unici e persino giochi, mobilitando grafici, illustratori, compositori e addetti stampa.
 
   

15-12-2020