Germania (1919-1945)
RARO ATTESTATO PER "STURMABZEICHEN" (DISTINTIVO DI ASSALTO GENERICO) FIRMATO DAL GENERALMAJOR VON BUENAU MEMBRO DELLE SCHNEZ-TRUPPE DOPO IL 1945
Prezzo: Euro 200,00  150 - cod. nr. 24076
Il Generalmajor Rudolf von Buenau, che ha firmato l'attestato
La firma autografa a matita di Rudolf Buenau
Questo raro documento è firmato da uno dei generali tedeschi poco noto ai più ma con una eccezionale storia militare e personale.
L’attestato di conferimento del "Sturmabzeichen" (Distintivo di Assalto Generico) è, infatti, firmato a matita dal Generalmajor Rudolf von Buenau, comandante della 73.Infanterie division.
Il distintivo era stato conferito il 30 agosto 1942  al Oberreiter (Cavaliere scelto) Herman Zaha, in forza al Radfahr Aufklärungs Schwadron 173 (Squadrone di ricognizione ciclistic). Il documento risulta essere stato emesso nel Quartier Generale della Divisione ( Division Gefechtsstand ) quando questa si trovava a Novorossisk combattendo nell'area del Kuban.

Hermann Zaha, promosso Gefreiter (Caporale), è caduto in combattimento pochi mesi dopo, il 3 marzo 1943 a sud di Novorossisk a 1 Km. dal cimitero russo dove si trova ancora la sua tomba. Era nato ad Eger, una città del nord dell'Ungheria, il 2 agosto 1924 e aveva quindi solo 19 anni quando è morto.. L'attestato deve essere stato spedito a casa come quasi sempre accadeva mentre il distintivo è scomparso con lui.
Rudolf von Bünau era nato il 19. Augusto 1890, a Stoccarda. Il 15 luglio 1909 entrò come Fahnenjunker (cadetto) nell'esercito del Württemberg.. Allo scoppio della prima guerra mondiale fu inviato al fronte come capo di un plotone e poi come comandante di compagnia venedo promosso Oberleutnant. Il 22 marzo 1918 fu promosso capitano.
Fu decorato con entrambe le classi delle Croci di Ferro. Dall'inizio di aprile 1923 divenne il capo dell'8° (MG.) Compagnia del 13 (Württ.). Fu quindi promosso maggiore il 1 ° febbraio 1931. Il 1 ° luglio 1934 fu promosso Oberstleutnant (tenente colonnello),
Inviato il 15 ottobre 1935 alla scuola di guerra di Dresda, fu promosso Oberst (colonnello) il 1 ° agosto 1936..

Il 10 novembre 1938 fu nominato comandante dell'Infanterie Regiment 133  che guidò poi nell'estate del 1939 nella campagna di Polonia e nella primavera del 1940 nella campagna occidentale. Il 15 agosto 1940 gli fu assegnata la Ritterkreuz. Il 1° settembre 1940 fu promosso Generalmajor.
Il 1 ° novembre 1940 fu nominato comandante della 177a divisione di Vienna. Alla fine di ottobre 1941, fu trasferito nello stato maggiore della 73.Infanterie Division nella Russia meridionale e il 1 ° novembre 1941, ne assunse la guida, venendo nominato comandante il 1 ° gennaio 1942
Il 1 °settembre 1942 fu promosso Generalleutnant e il 23 gennaio 1943, gli fu assegnata la Croce germanica in oro. All'inizio di settembre del 1943, cedette il suo comando ed fu trasferito al Führerreserve. Il 1 ° novembre 1943, fu assegnato al. Heeresgruppe Süd e a fine. Novembre 1943 era alla guida di XXXXVII. Panzer Korps.
Dal 1 ° febbraio 1944 guidò poi il LII. Armeekorps. e dal 1 aprile 1944 assunse la guida dell' XI. Armeekorps. Il 1 ° maggio 1944, fu promosso a General der Infanterie e come tale divenne il comandante generale dell'XI. Armeekorps nel nord dell'Ucraina settentrionale. Il 5 marzo 1945, ricevette le Foglie di Quercia per la sua Ritterkreuz. All'inizio di aprile 1945  Rudolf von Bünau fu nominato comandante della difesa di Vienna. Dal 16 aprile 1945, guidò il Korps "Bünau" della 6.Pnzerarmee in Stiria. Alla capitolazione dell'8 maggio 1945, cadde in prigionia americana, dalla quale fu rilasciato il 9 aprile 1947.

La storia personale di Rudolf Buenau è particolarmente tragica:  suo figlio Rudolf von Bünau, fu anch'egli ufficiale della Wehrmacht e fu decorato con la Ritterkreuz l'8 agosto del 1943; fu ucciso giusto una settimana dopo il 15 agosto 1943 a sud di Roslavl'. Un altro suo figlio, Gunther von Bünau fu ucciso a sua volta nel 1943. E' probabile che la sua partecipazione alla campagna di Russia e la perdita dei due figli nello stesso fronte lo abbiano reso particolarmente sensibile ai rischi di un ulteriore avanzata sovietica sul territorio tedesco perchè,pochi anni dopo essere stato rilasciato dalla prigionia si unì un'organizzazione paramilitare segreta tedesca fondata da ex veterani nazisti nel 1949 e guidata da quello che fu un suo comandante durante la guerra: il generale della Bundeswehr, Albert Schnez. Veterano anche lui, (Colonnello della 25.Panzergrenadier Division e decorato con la Ritterkreuz nel 1944) ripreso nell'esercito dopo il conflitto bellico, dove fece una carriera verticale, Schnez cominciò ad organizzare alla fine degli Anni 40, vicino a Stoccarda, serate per i reduci. Ed è lì che si cominciò a parlare della necessità di difendersi e di prevenire il «pericolo rosso» dando vita all'organizzazione segreta che assunse il nome di "Schnez-Truppe". Rudolf von Bünau guidò un gruppo dello stato maggiore delle Schnetz-Truppe fino a quando la "Gladio tedesca" non venne sciolta in gran segreto.

 28-9-2019