Italia (1940-1945)
SCUDETTO METALLICO DA TRUPPA DELLA 118° DIVSIONE "METAURO"
Prezzo: Euro 100,00 - cod. nr. 24735
In order to translate from Italian, please, choose your preferred language from the Google Translator Menu at the bottom.

Nel 1934, con la circolare numero 152, venne assegnato a ciascuna divisione del Regio Esercito un nome che si affiancava ad un numero identificativo. Ogni singolo nome voleva esaltare glorie e tradizioni passate delle singole unità dopo che erano state soppresse le storiche denominazioni delle brigate.
All'inizio del 1934 le divisioni esistente erano 30. Sempre nel 1934, con la circolare nr. 727 del 20 settembre, fu adottato uno scudetto di metallo dorato per le divisioni di fanteria e celeri. Per gli ufficiali e i marescialli era realizzato su fondo azzurro smaltato mentre per gli altri sottufficiali e la truppa verniciato in blu o nero.


Tra il maggio 1935 e febbraio 1037 , alcune division di fanteria sono inviate in Africa Orientale e Settentrionale e tra queste anche la 18.Divsione Metauro.
Il vuoto venutosi a creare nel territorio nazionale viene colmato con la formazzione di altrettante Grandi Unità metropolitane che per distinguirsi aggiungono al nome invariato della Divisione, l'ordinale "II" (seconda) mentre la cifra divisionale aumenta di cento unità. Così alla 18.Divisione Metauro subentra la 118.Divisione Metauro.


Durante il periodo della guerra d'Etiopia, dall'ottobre 1935 e fino al novembre seguente la Divisione "Metauro" fu mobilitata e schierata nella Libia italiana come misra di precauzione contro eventuali attacchi anglo-francesi; durante questo periodo fu costituita una "Divisione di fanteria Metauro II (118ª)" a cui furono assegnati il 94º Reggimento fanteria (lasciato in patria) e 62º Reggimento fanteria (ceduto dalla Divisione "Po") inquadrati in una nuova Brigata fanteria "Metauro II", ma con il rientro in patria della "Metauro" questa seconda unità venne sciolta-.


 

24-8-2020