Germania (1919-1945)
SPLENDIDO CRONOMETRO "CONTASECONDI" (STOPPUHR) DELLA KRIEGSMARINE MARCATO   "HANNHART"  APPARTENUTO AL CAPO DEI CANTIERI NAVALI DI GRONINGEN
Prezzo: Euro 500,00 - cod. nr. 25110
La fabbrica Hannart negli anni '20/'30
Una pubblicità Hannart del 1939
Bellissimo e raro cronometro contasecondi (Stopphur) da tasca della Kriegsmarine, realizzato prima della fine della seconfa guerra mondiale dal fabbricante "Hannart", in acciaio e quadrante a smalto color champagne, perfettamente funzionante e in condizioni eccezionali di conservazione.
Quello che però lo rende unico è la sua appartenenza ai cimeli del Marinedirektor Otto Fenslau,  Kriegsmarinewerft Chef (Capo del Cantiere navale della Kriegsmarine) a Groningen.
Otto Fenslau fu decorato con la Deutsches Kreuz in Gold (Croce Germanica in Oro) nel 1945. Questa decorazione fu assegnata a solo 112 ufficiali della Kriegsmarine a partire da quando fu istituita.

Il cronometro ha una doppia cassa e, sulcoperchio posteriore, è stato incisa in fabbrica la parola "Kriegsmarine Nr:" come in tutti gli "stopphur" destinati alla Kriegsmarin. Dopo veniva inciso il numero identificativo di assegnazione fornito dall'Ufficio Approvvigionamenti e registrato nel Soldbuch di chi lo riceveva. In questo caso l'orologio deve essere stato fornito senza questo numero e Otto Fnslau lo ha aggiunto di suo pugno, incidendo con una punta il numero "15090".
Il cronometro è perfettamente funzionante e, praticamente, nelle stesse condizioni di quando è stato costruito.
E' molto probabile che fosse destinato soprattutto agli ufficiali degli U-boot. Infatti veniva comunemente usato per calcolare la distanza tra il sommergibile e l'obbiettivo verso il quale era stato lanciato il siluro. Il tempo che trascorreva tra il lancio del siluto, del quale si conosceva la velocità, e il momento dell'impatto contro il bersaglio permetteva di calcolare immediatamente la distanza e decidere le mosse successive per sfuggire alla caccia nemica.
Anche sulle navi di superficie era comune l'uso di questi strumenti per misurare la distanza dai cannoni delle navi nemiche. Misurando infatti il tempo tra il lampo e lo scoppio era possibile calcolare la distanza sulla base della velocità del suono comunemente conosciuta. Ovviamente anche Otto Fenslau lo possedeva poichè, nella sua qualità di Direttore di un cantiere navale, aveva spesso occasione di uscire in mare per collaudare armi e apparecchiature delle navi costruite.

Il 1° luglio 1882, l'orologiaio svizzero Johann A. Hanart, aprì un negozio di orologi a Diessenhofen, nel nordest della Svizzera. Nel 1902 traslocò il suo business a Schwenningen, nel sud della Germania. Nel 1924 Hannart lanciò sul mercato il suo primo cronometro da tasca e, poco tempo dopo, la gamma prodotta nella fabbrica Hannart includeva anche orologi da tasca e da polso. Dal 1932 in poi, dopo la morte del padrea, Wilhelm Julius Hannart concentrò la produzione sui movimenti grezzi. Nel 1938 entrò in produzione il suo famoso cronometro ad un pulsante "calibro 40", seguito nel 1939 da un cronografo per i piloti. Il successo del suo cronometro con il movimento a "3-steine" (3 rubini). Nel 1940 la maggior parte dei piloti e degli ufficiali di marina tedeschi avevano in dotazione un cronometro "Hannart". (Foto d'epoca e notizie storiche sono state tratte dal sito della ditta Hannart)
 
Il biglietto che accompagnava il cronometro esposto prima dell'asta internazionale nella quale è stato aggiudicato
 
   

 20 aprile 2007